Ceramiche Sbarluzzi Pienza
  • ss.146 km 35,500
    53026 Pienza (Siena) Italia
LA NOSTRA STORIA

CERAMICHE SBARLUZZI PIENZA SRL

Una storia tutta Italiana iniziata nei primi anni ‘30 quando Ruggero Sbarluzzi, allora ragazzo, lavorando in una fornace di laterizi scopre quella che sarà in seguito la propria passione e fonte di ispirazione… l’argilla, presente in grande quantità nelle nostre colline, apparendo qua e la sottoforma di calanchi. Si ha notizia della produzione di materiali in cotto a Pienza, già in epoca Rinascimentale, nel 1462, quando il Rossellino, allievo prediletto di Leon Battista Alberti, dopo aver trasformato l’allora borgo Corsignano nella meravigliosa Città di Pienza per volere del Papa Pio II, si ritiene, abbia usato materiali di cotto per pavimentare gli splendidi palazzi da lui realizzati.

 
Operai della Fornace - Fine anni ‘30   Operai della Fornace - Fine anni ‘30


Il desiderio e la curiosità di plasmare questo splendido materiale, l’argilla appunto, fanno si che Ruggero Sbarluzzi, nei pochi momenti liberi, alla fine del proprio lavoro nella fornace, inizi a creare e realizzare le sue prime rudimentali opere, le quali lo indurranno in seguito a proseguire sempre più il suo cammino di scoperta nel corso degli anni, vedendo continuamente accrescere la propria passione per questo lavoro.

E’ così che, dopo le terribili vicende della seconda guerra mondiale, che lo porteranno indubbiamente ad allontanarsi da quelle che erano le proprie passioni creative ed il piccolo mondo di Pienza in cui viveva, Ruggero Sbarluzzi alla fine degli anni quaranta, contando solo sulla propria capacità creativa nel plasmare e modellare l’argilla, inizia il proprio percorso da artigiano nella realizzazione di vasi ed anfore, ispirandosi ora a forme del passato quali quelle etrusche e greche ora creandone delle nuove ed uniche, che ancora oggi la nostra famiglia conserva molto gelosamente.

 
Fornace Produzione Mattoni - Primi anni ‘40   Ruggero Sbarluzzi - 1940


E’ nel 1954 che Ruggero Sbarluzzi fonda la prima azienda di terrecotte assumendo così i suoi primi dipendenti.Con il successivo inserimento nell’Azienda dei figli Piero e Ferruccio negli anni ‘60, Ruggero Sbarluzzi inizia un percorso nuovo nel quale vede la propria azienda trasformarsi da semplice laboratorio artigianale per la realizzazione di vasi e sculture a carattere locale, ad azienda affermata e conosciuta ad oggi in tutto il modo, dall’Australia al Giappone, alla Francia, Germania, Inghilterra e tutto il Nord America, pur non perdendo le proprie caratteristiche di una lavorazione completamente artigianale ed integrando tale attività nei primi anni ’70 con la produzione di pavimentazioni in cotto, quella di stufe in ceramica e terracotta.

 
Prima Azienda - Ruggero Sbarluzzi 1955   Ruggero Sbarluzzi - Anni '50
 
Ruggero Sbarluzzi - Primi anni '50   Ruggero Sbarluzzi - Primi anni '50


Con la metà degli anni ’80 è il figlio di Ferruccio, il Maestro d’Arte Paolo Sbarluzzi, che dopo aver ultimato i propri studi alla scuola d’Arte di Siena Duccio di Buoninsegna, decide di proseguire la strada che il nonno gli aveva tracciato. Le Ceramiche Sbarluzzi raggiungono così quel livello artistico ed espressivo che a tutt’oggi la portano ad essere considerata un marchio sinonimo di esclusività e di altissima qualità creativa.

 
Magazzino Fornace – Metà anni ‘60   Facciata Fornace – Metà anni ‘60
 
Interno Laboratorio - Primi anni ‘70   Interno Laboratorio - Metà anni ‘80


Negli anni ’90 anche l’altro figlio di Ferruccio, Stefano Sbarluzzi, entra a far parte dell’Azienda andando ad implementare e a tessere nuove opportunità di sviluppo dell’ Azienda, coordinandone e gestendo tutta la parte amministrativa e commerciale.

 
Azienda - Fine anni '80   Facciata Azienda - Primi anni 2000


E’ così che la famiglia Sbarluzzi con Ferruccio ed i suoi due figli Paolo e Stefano, attorniati da validi collaboratori, continuano e portano avanti quel sogno che è stato sin dai tempi lontani del padre Ruggero Sbarluzzi e che gli stessi sperano di poter tramandare ancora alle future generazioni credendo che nella famiglia risiedano i legami ed i valori più importanti e più antichi dell’uomo e facendo in modo che il loro lavoro, il decorare, continui a rappresentare la propria capacità espressiva e di comunicazione.

Azienda - Anno 2010


Questo sito utilizza la tecnologia 'cookies' per favorire la consultazione dei contenuti e l'erogazione dei servizi proposti dal sito. Per prestare il consenso all'uso dei cookies su questo sito cliccare il bottone "OK". Info OK